Polonia, bambino nasce già ubriaco

Cronaca

Polonia, bambino nasce già ubriaco

Una vicenda scioccante arriva dalla Polonia: una donna di trentotto anni ha partorito in un ospedale nei pressi di Varsavia un bimbo che, alla sua nascita, aveva nel suo corpo 2,9 grammi di alcol per litro di sangue. Insomma, il neonato è venuto al mondo già ubriaco, con un tasso alcolico intollerabile per un corpicino così piccolo. La madre incosciente e a dir poco snaturata si chiama Monika, e si è presentata in sala parto in preda ai fumi dell’alcol: nel suo corpo sono stati trovati 1,2 grammi di alcol per litro di sangue.

A causa del suo comportamento la donna rischia di perdere la patria potestà del figlio e di finire in carcere per cinque anni. Naturalmente, è superfluo ribadirlo, una donna in gravidanza non deve assumere bevande alcoliche per non mettere in serio pericolo la vita del nascituro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche