Pony dell’Asturia: caratteristiche della razza anche conosciuti come Astrocones o Astrurcon COMMENTA  

Pony dell’Asturia: caratteristiche della razza anche conosciuti come Astrocones o Astrurcon COMMENTA  

I cavalli asturiani o Asturcones della Spagna del Nord non vengono mai nominati e oggi sono estremamente rari;
tuttavia erano molto stimati ai tempi dei Romani.

Erano apprezzati da Plinio (23-79 ac) per il loro portamento aggraziato. La leggiadria della loro andatura li rese
gli ideali discepoli della ora estinta ma molto influente specie Spanish Jennet e Irish Hobby Horse.

Nel Medioevo, gli asturi erano la razza preferita dalle dame. In Francia, erano chiamati “haubini” che gli
inglesi hanno corrotto in “hobby” e poi “cavalli hobby”. Si discute molto sulla veridicità della pura
razza di questi cavalli poiché altamente incrociati con altre razze, più probabilmente con gli andalusi.

Comunque vadano le cose, l’attuale razza asturia è una razza pura e il dibattito risulta contraddittorio. Essi prendono il nome dalla zona montagnosa dove si pensa siano originari.

L'articolo prosegue subito dopo


Breve storia

Non si sa quanti anni abbia la razza asturia. Il cavallo selvatico europeo o Tarpan (ora estinto) era il cavallo originario della Spagna. Dal Tarpan discendeva il pony celtico (anch’esso estinto) e il Sorraia. I pony celtici hanno dato origine alla razza Garrano che è generalmente considerata la diretta discendente della razza Asturia che possiede un poco di sangue Sorraia.

La personale affermazione dei pony risiede nel fatto che essi non trottano ma camminano lentamente. Si tratta di un passo veloce a quattro colpi simile al “tolt” dei cavalli islandesi, al “paso” del Paso Fino e al passo veloce dei cavalli di razza americana.
Questo portamento è istintivo nella razza. Dunque Sorraia e Garranos solitamente trottano e non vanno al passo, il che indica che una razza misteriosa possa con loro essere stata incrociata.

E’ stato solo nel 1981 che i nativi delle Montagne Asturiane decisero che per salvare la flora e la fauna del luogo, avrebbero dovuto anche salvare i pony. A tutt’oggi la razza è rara ma non più considerata in pericolo di estinzione. Per secoli, mandrie semi-selvagge hanno vissuto nelle aspre condizioni della regione. Molti asturiani si guadagnano il fieno lavorando come galoppini per il divertimento dei bambini.

La razza ha una associazione nazionale chiamata l'”Asociation de criadores de poneys de raza Asturcon (Austercon Pony Breeding Association).

Aspetto Generale

Nel colore e nella conformazione, l’asturiano assomiglia fortemente al Garrano. Come il garrano, esso è prevalentemente baio o nero ma occasionalmente anche grigio e castagna. Somiglia più a un piccolo cavallo che a un pony con il suo esile ma molto robusto collo e con zampe dalle proporzioni del pony.
La sua altezza media si aggira tra gli 11.2 e i 12.2, che è leggermente più piccola di quella del garrano medio.

Possiede una lunga e spessa criniera e coda oltre a un mantello molto massiccio per permettergli di sopravvivere all’esterno in tutte le condizioni metereologiche.
Vivere tra le montagne ha reso questo pony molto stabile e dalle unghie estremamente forti.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*