Possiede yacht da 1milione di euro, ma è nullatenente

Bari

Possiede yacht da 1milione di euro, ma è nullatenente

La Guardia di Finanza sta conducendo le operazioni sulle imbarcazioni da diporto di particolare pregio e la verifica della congruità contributiva dei proprietari chiamate “Sailing money”. I controlli sono già stati avviati dal Roan di Bari in tutta la Puglia.

Sono state analizzate 963 imbarcazioni, di cui 755 yacht oltre i 10 metri di lunghezza. Dall’incrocio con le banche dati sono emerse 286 posizioni di “significativo potenziale interesse”, ossia fanno sapere le Fiamme Gialle, ci sono irregolarità fiscali. I redditi dichiarati sono incongruenti con il valore economico delle imbarcazioni. E hanno scoperto casi abbastanza singolari anche di società che hanno commesso irregolarità pur avendo in leasing una barca.

Il proprietario di uno yacht da 310 mila euro non ha presentato alcuna dichiarazione al fisco, anche se versa un leasing da 50 mila euro annui; una società con reddito dichiarato di 36.354 euro è intestataria di una barca a vela del un valore che supera lo stesso reddito: 120 mila euro! Come del resto un’altra azienda, con un reddito dichiarato di 1.326 euro e specializzata in attività diversa dalla gestione delle imbarcazioni risulta intestataria di uno yacht a motore del valore di 700 mila euro.

Soprattutto l’incongruenza più evidente è la scoperta di una proprietaria di uno yacht da oltre un milione di euro (1.200.000 euro) che non ha dichiarato nulla al fisco!

Tali truffe fiscali, grandi quanto il mare, per la loro incongruenza evidenti dal tenore di vita inversamente proporzionale al reddito, è abbastanza difficile tenerle nascoste….

Luigi Laguaragnella

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche