Posticipo Prima Divisione: Foggia-Pisa 1-0 - Notizie.it

Posticipo Prima Divisione: Foggia-Pisa 1-0

Calcio

Posticipo Prima Divisione: Foggia-Pisa 1-0

Continua il momento d’oro del Foggia: nel posticipo della terza di ritorno del girone A di Prima i satanelli sconfiggono di misura il Pisa grazie ad un gol al 25’ del primo tempo di Venitucci, fattosi trovare pronto a centro area sul cross di Traorè, ed allungano a cinque la striscia di risultati utili con quattro vittorie ed un pareggio. Il successo vale anche il sorpasso in classifica sui toscani che viceversa sembrano in caduta libera: allo Zaccheria infatti la squadra di Dino Pagliari (squalificato) è incappata nella terza sconfitta consecutiva.

Prestazione del tutto insufficiente per i nerazzurri, di fatto mai in partita davanti al pressing ed all’aggressività del Foggia già vicino al gol dopo pochi minuti con Cardin, autore di un clamoroso liscio da ottima posizione imitato da Agodirin che spedisce alto di testa da pochi passi a fine primo tempo. Nella ripresa il Pisa prova a reagire ma la squadra di Pagliari non riesce a controbattere ai ritmi imposti dal Foggia rendendosi pericolosa solo su palla ferma ma Tremolada non impensierisce Ginestra.

Il Foggia cala vistosamente abbassandosi troppo davanti alla propria area ma il Pisa non riesce a trovare il grimaldello per entrare in area nonostante le sostituzioni ordinate via telefono da Pagliari: l’ultima occasione capita al neo-acquisto Tulli ma la sua rovesciata non crea problemi a Ginestra. Ed il Foggia va.

Foggia-Pisa 1-0

Marcatore: 26′ Venitucci

Foggia: Ginestra; D’Orsi, Gigliotti, Toppan; Traorè (89′ Wagner), Molina, Perpetuini, Cardin; Cruz (73′ Cortesi), Agodirin, Venitucci (57′ Tomi). All.: P. Stringara.

Pisa: Pugliesi; Audel, Raimondi, Buscaroli, Bizzotto (46′ Benvenga); Tulli, Obodo, Berardocco, Tremolada (63′ Strizzolo); Perez, Carparelli (82′ Ilari). All.: D. Pagliari (squalificato: in panchina M.Tacchi).

Arbitro: Pasqua (Tivoli)

Ammoniti: Agodirin, Gigliotti, Cardin, Bizzotto, Audel, Benvenga, Perez e Raimondi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche