Il postino che piega il vinile per farlo entrare nella buca della posta COMMENTA  

Il postino che piega il vinile per farlo entrare nella buca della posta COMMENTA  

I servizi postali sono inaffidabili in tutto il modo, la vicenda che vede coinvolti un collezionista di vinili e la Royal Mail, il servizio postale inglese, lo conferma.


Qualche giorno fa, Sharon O’Dea, digital strategist di Barnes, sposata con un collezionista di vinili, si è vista recapitare nella cassetta delle lettere un vinile piegato a metà. La donna, indignata, ha pubblicato una foto del pacco che le era stato recapitato, e che mostrava chiaramente la scritta “Fragile” sulla confezione, sul suo profilo Twitter, menzionando la compagnia nel suo messaggio di lamentela.


La Royal Mail, dal canto suo, ha risposto al messaggio indignato della donna con un link alla pagina del form online da compilare per inoltrare i reclami. Tutto lì, neanche una scusa per il disservizio.


La donna ha commentato così la vicenda: “Mi stupisce spesso come il postino riesca a infilare certe cose nella nostra cassetta delle lettere, una volta è capitato che infilasse un pacco contenente tre maglioni, stavolta però avrebbe dovtuto rendersi conto che si trattava di un vinile.”

E’ stata pubblicata qualche giorno dopo sul quotidiano Metro che la Royal Mail ha poi preso finalmente contatti con la coppia e risarcirà totalmente la spesa.

L'articolo prosegue subito dopo

Un portavoce ha anche fatto sapere che la vicenda verrà approfondita.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*