Potenziamento della rete assistenziale Giubileo - Notizie.it

Potenziamento della rete assistenziale Giubileo

News

Potenziamento della rete assistenziale Giubileo

Potenziamento della rete assistenziale Giubileo
Potenziamento della rete assistenziale Giubileo

In vista dell’imminente inizio del Giubileo straordinario della misericordia, la Regione Lazio ha previsto il potenziamento della rete assistenziale Giubileo.

Per l’organizzazione del Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco che inizierà il prossimo 8 Dicembre e terminerà il 20 Novembre 2016, è stato varato un piano di sorveglianza per le malattie infettive, operativo 24 ore su 24, durante il quale lavoreranno 10 infettivologi e 2 biologi assunti a tempo determinato.

Il decreto è stato firmato dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti che con una nota ha informato : “La rete di sorveglianza nasce per intercettare precocemente l’insorgere e la diffusione di una malattia infettiva così da evitarne il diffondersi e il conseguente contagio. Il Piano si pone l’obiettivo di fronteggiare in maniera adeguata gli eventuali episodi infettivi che si possono verificare in presenza di un grosso afflusso di pellegrini e turisti e prevede la riorganizzazione del settore, e delle attività dei laboratori di riferimento.

Prevista la creazione di percorsi dedicati e l’implementazione della rete. Il piano ha il suo centro decisionale naturale presso l’INMI Spallanzani che è struttura di livello nazionale per quanto riguarda le patologie infettive”.

Il piano di sorveglianza per le malattie infettive fa parte dell’investimento che la Regione sta costruendo per migliorare la sanità, così da garantire cure efficienti sia durante i mesi del Giubileo della Misericordia che anche dopo, con la creazione di nuovi servizi per i cittadini, come appunto quello per le malattie infettive.

Il piano di miglioramento della Sanità prevede 6 azioni :

  1. Strutture più moderne, efficienti e vicine alle persone;
  2. Personale potenziato;
  3. Rinnovo parco ambulanze;
  4. Punti mobili di accoglienza e primo soccorso;
  5. Potenziamento rete di elisoccorso;
  6. Supporto di oltre 400 volontari.

Grazie a questo piano di miglioramento Roma sarà in grado di garantire sicurezza e cure efficienti i milioni di fedeli che dal mese di Dicembre arriveranno nella capitale in pellegrinaggio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche