Poveglia: isola veneziana infestata dai fantasmi

Curiosità

Poveglia: isola veneziana infestata dai fantasmi

Le isolette del veneziano sono bellissime e, soprattutto, suggestive. Tutti conosciamo quelle più famose, come Murano, Torcello o Burano. Ma quanti di noi hanno già sentito parlare di Poveglia?

Le isolette del veneziano sono bellissime e, soprattutto, suggestive. Tutti conosciamo quelle più famose, come Murano, Torcello o Burano. Ma quanti di noi hanno già sentito parlare di Poveglia? Luogo situato a sud di Venezia, disabitato e vietato ai turisti, ma noto di certo ai più famosi ghost hunter del mondo. Difatti negli anni recenti è divenuta famosa grazie alle numerose leggende e storielle di fantasmi che la ritraggono protagonista. Ma quanto c’è di vero in tutto ciò?poveglia-fantasmi-getty

Anticamente, dal VI secolo al VIII circa, veniva utilizzata come centro di stanziamento per le popolazioni in fuga dalla costa a causa dell’insediamento dei longobardi sulla terraferma. Alla fine di questo periodo vi si sono spostati circa 200 fedeli servi di Pietro Tradonico. In seguito, vi si sono trasferite le famiglie più nobili nel veneziano, facendola diventare un florido centro economico del nord Italia. La crisi di Poveglia inizia con la guerra di Chioggia, quando viene deciso di evacuare il territorio e portare la popolazione a Venezia.

Mentre più avanti, circa nel 1700, l’isola inizia a decadere. Al tempo, ospitava anche edifici adibiti alla cura degli ammalati di peste. Dagli anni Settanta del Novecento ad oggi sono stati avviati dei progetti per cercare di recuperare l’isola, ma non sono mai andati a buon fine.5_461

Veniamo ai fantasmi. Tanto per cominciare, a causa delle battaglie e della peste, attraverso scavi sono stati rinvenuti centinaia di scheletri umani, e questo ha contribuito notevolmente a conferirle il suo status di “isola maledetta“. A rafforzare ancora di più questa idea, ha concorso l’ipotesi secondo la quale, nel secondo dopoguerra, gli edifici presenti sull’isola venivano utilizzati come manicomi, anziché strutture geriatriche (come venivano ufficializzate). Queste costruzioni sono state chiuse definitivamente nel 1968, e da allora l’isola rimane un misterioso covo di spiriti.poveglia3
Ha suscitato la curiosità di molti nel corso degli anni, tant’è che recentemente gli Acchiappafantasmi più famosi d’Europa, appartenenti all’associazione European Paranormal Activity Societies, vi hanno trascorso ben 24 ore per cercare di portare a galla tutti, o almeno una parte, dei misteri che avvolgono l’isola.

Allo scadere delle ore hanno confermato di aver sentito in due il lamento di una bambina. Rivelazione agghiacciante a mio parere. Nel 2009 anche i ghostbuster statunitensi più noti gli hanno dedicato una puntata nella loro serie TV “Ghost Adventures“.image

Le storie relative a quest’isola sono innumerevoli. Tra le più recenti vi è quella di alcuni giovani turisti, che solo qualche anno fa, si sono avventurati sull’isola per passarci la notte cercando di avvistare qualche entità, ma poche ore dopo sono stati salvati dai Vigili del Fuoco perché in preda al panico in conseguenza a qualche avvistamento. Ancora poco tempo fa, si racconta che il comune aveva riavviato i lavori di ristrutturazione del manicomio, ma sono stati presto interrotti per ragioni sconosciute.image (1)

Poveglia è considerato ormai da tempo uno dei borghi italiani più infestati, e difficilmente perderà il suo status. Certo, i più scettici potrebbero considerare queste leggende come semplice suggestione, e in realtà è difficile stabilire quanto di vero ci sia in queste storie.

L’unico modo per scoprirlo è improvvisarsi ghostbuster, attrezzati di ghost-trap e zaini protonici, degni del film di Reitman, e provare a passare qualche ora proprio su quest’isola maledetta.

Per saperne di più

Per chi volesse approfondire la conoscenza sui fantasmi e su come questi si manifestino, il libro seguente illustra diverse storie di fantasmi provenienti da ville abbandonate, alberghi e case diroccate in uno stile gotico e tenebroso. Un misto di leggende e racconti realistici, Storie di fantasmi riporta vicende soprannaturali con un tocco di horror misto ad inquietudine per rievocare personaggi dal passato spaventoso.

Il seguente volume vi guiderà alla scoperta dei fantasmi che abitano la nostra penisola, regione per regione, per conoscere i segreti che i celano dietro case abbandonate e vicoli nascosti. Storie di guerre, tradimenti e inganni che rievocano personaggi nobili ma anche persone comuni che popolano l’Italia e si manifestano dopo la mezzanotte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche