Povia, il singolo "Immigrazia" su facebook: "Gli immigrati ti fregano il salario" - Notizie.it

Povia, il singolo “Immigrazia” su facebook: “Gli immigrati ti fregano il salario”

Musica

Povia, il singolo “Immigrazia” su facebook: “Gli immigrati ti fregano il salario”

immigrati
Povia, il singolo "Immigrazia" su facebook: "Gli immigrati ti fregano il salario"

Povia presenta su Facebook il suo nuovo brano dal titolo Immigrazia dove una delle strofe dice: "Gli immigrati ti fregano il salario".

Giuseppe Povia, conosciuto ormai da tutti come Povia, è un cantante che ha vinto il Festival di Sanremo nel 2006 con il brano Vorrei avere il becco, conosciuta anche come La canzone del piccione, che è stato un grande successo.

A distanza di qualche tempo dalla scena musicale, Povia ritorna con un nuovo brano con un titolo che dice molto sulla sua persona che sicuramente farà scalpore. Il cantante ha deciso di affidare a Facebook il nuovo brano. Dopo aver parlato di gay e di eutanasia nei suoi brani, ora parla di una tematica molto attuale, ovvero l’immigrazione. Il nuovo brano si intitola appunto Immigrazia e fornisce una sua visione, una sua impressione di cosa sia l’immigrazione e del fenomeno migratorio di questi ultimi anni.

Il nuovo brano di Povia

Per chi non ha ancora avuto modo di ascoltare il nuovo brano, i versi dicono: “Un tempo i figli crescevano duri perché i genitori erano duri, oggi i figli crescono molli perché siamo tutti molli.

“Se non vuoi fare quel lavoro, lo fanno loro lo fanno loro. E mentre fissi il lampadario ti fregano il salario”. Un brano in cui il cantante non se la prende solo con i migranti, ma a suo dire “c’è un disegno molto chiaro: il potere veterano, con la scusa del razzismo, vuole fare fuori l’italiano”.

Il ritornello del brano è una invettiva contro coloro che il cantante definisce “gli italiani alternativi”, e afferma che“l’immigrazione è una follia voluta da chi vuole che tu vada via”. Nel post di presentazione sulla pagina Facebook, parla di “sostituzione dell’italiano”. Inoltre, afferma che si ““Usano immigrati a basso prezzo. Noi italiani scompariremo, storia già vista”.

La seconda parte del brano è una critica a quello che ritiene essere politicamente corretto: “Ma se dici queste cose sei soltanto un incivile e sei poco tollerante” e prosegue con il più classico “E IL GOVERNO COSA FA?. L’italiano è cotto bene, sembra proprio un maccherone.

Nel frattempo l’immigrato, mentre tu stai sulla sedia, piano piano lui si insedia”. Se la prende con il governo e con il fatto che non faccia nulla: “lui si prende il nostro posto e ci cambia pure il Padreterno”.

L’offerta per il cd

Sempre su Facebook, il cantante lancia anche una offerta, una sorta di promozione per acquistare il nuovo cd. Il brano Immigrazia farà parte di un album dal titolo Nuovo disordine mondiale. Un cd per cui vi è la seguente offerta: una copia costa 15 Euro, mentre due copie costano 20 Euro. Insomma, una ottima offerta. Inoltre, da ottobre il cantante sarà in tour. Nel caso volessi andare a un suo concerto, Povia fornisce anche il numero di telefono. Come resistere a una offerta del genere?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche