Prandelli: “Io alla Juve? Quel che sarà, sarà. Il Napoli? Una flessione”

Calcio

Prandelli: “Io alla Juve? Quel che sarà, sarà. Il Napoli? Una flessione”

Prandelli: "Io alla Juve? Quel che sarà, sarà. Il Napoli? Una flessione"
Prandelli: "Io alla Juve? Quel che sarà, sarà. Il Napoli? Una flessione"

L’allenatore Cesare Prandelli è intervenuto su Radio Crc con dichiarazioni sibilline su una possibile panchina della Juve e sul futuro del Napoli.

Continuano a circolare le indiscrezioni sul futuro di Massimiliano Allegri alla Juventus. E con particolare insistenza, visto gli ultimi rumors. Per l’attuale ct dei bianconeri, è sempre più forte la voce che lo vorrebbe all’Arsenal per sostituire l’attuale Arsene Wenger. Per la panchina della Vecchia Ssignira, invece, sta circolando la notizia che il possibile candidato potrebbe essere Cesare Prandelli, ormai libero dopo la fine della sua breve esperienza sulla panchina del Valencia. “Io alla Juve? – ha esordito l’ex ct dell’Italia in una recente intervista rilasciata ai citofoni di Radio Crc – In questo momento, sono rivolto al calcio internazionale e mi sento sereno. Ho ancora molta voglia di mettermi in gioco. E quello che sarà, sarà”.

Traendo le somme, l’ex ct della Nazionale Cesare Prandelli non sembra chiudere la porta a una sua eventuale candidatura cone prossimo allenatore dei bianconeri.

Certamente, fermo restando l’intenzione da parte di Massimiliano Allegri di alzare i tacchi al termine dell’attuale stagione.

Cesare Prandelli è stato anche chiamato in causa in merito alla chiacchierata partita di Coppa Italia tra Juventus e Napoli, terminata 3-1. “Il Napoli sta vivendo una leggera flessione assolutamente fisiologica. Niente a che vedere con il gioco o il loro spirito di determinazione. Una squadra non puó correre a mille per un intero anno. Sarri lo aveva annunciato che il Napoli sarebbe stato vittima di qualche momento di debolezza. Sono convinto che ritroveremo una squadra brillante e lucida in questa seconda parte della stagione. Perché il Napoli è una squadra davvero straordinaria e che gioca il calcio forse migliore in Europa. Ma non è matura perché non è ancora in grado di gestire. O si gioca per lo spettacolo o si gestisce il risultato. Roma-Napoli? Offrono entrambe un calcio bello, diverso e spettacolare.

Tatticamente sarà certamente una partita emozionante”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche