Preghiera di Sant’Ambrogio

Guide

Preghiera di Sant’Ambrogio

Sant'Ambrogio

Ecco due preghiere per Sant’Ambrogio, patrono di Milano. Entrambe da recitare il 7 Dicembre, giorno dedicato al Santo protettore.

Preghiera n. 1 – O glorioso Arcivescovo Sant’Ambrogio, che fuggiste sempre gli onori e le dignità, e solo le accettaste per non contraddire alle divine aspirazioni, che vi volevano modello di ogni virtù a tutti; ottenetemi, vi prego, di fuggire le mondane distinzioni, e di gloriarmi solo nel compiere esattamente la volontà del Signore. Pater, etc.

O glorioso Arcivescovo Sant’Ambrogio, che impiegaste tutta la vostra vita nel difendere la verità della fede, contro gli assalti dell’eresia e dell’empietà; ottenetemi, vi prego, la grazia di professar costantemente e difendere con intrepidezza fino alla morte quella santa religione di cui per divina misericordia ebbi la sorte avventurata di nascere. Pater, etc.

O glorioso Arcivescovo Sant’Ambrogio, che non temeste di predicare la verità anche in faccia ai potenti, e trionfaste dei cuori più ritrosi colla vostra eloquenza celeste: ottenetemi, Vi prego, la grazia che io non mi lasci mai dominare dagli umani rispetti; e che con la dolcezza del mio parlare e con la mansuetudine del mio tratto edifichi il mio prossimo nel mentre che attendo alla mia perfezione.

Pater, etc.

Preghiera n. 2 – Ambrogio, Santo Patrono di Milano, tu governasti come consolare dell’Impero Romano, gran parte della nostra Regione lombarda; e poi, eletto vescovo, su quello stesso territorio hai esercitato come metropolita la tua paternità spirituale.

Ascolta la preghiera di questo popolo, che ancora ti saluta e ti venera padre. In coloro che nella Regione esercitano un pubblico ufficio, umile o alto, infonda Iddio onnipotente, per la tua intercessione, le qualità che tu hai fatto risplendere nel tuo ministero di consolare e di vescovo: intendano l’esercizio dell’autorità come servizio ai fratelli, sappiano anteporre il bene comune al proprio, ti imitino nella limpida onestà e nella assoluta equità, che gli avversari stessi in te riconobbero; impieghino la forza sempre e solo a servizio del bene, per la tutela del povero, per la difesa dell’oppresso per combattere ogni ingiustizia.

Intercedi perché tutti, investiti di pubblico ufficio e semplici cittadini, sappiano onorare la santità della famiglia, come tu ci insegnasti; perché, come tu volesti i giovani sappiano perseguire ideali generosi nella vita civile e personale; perché tutto il tuo popolo, seguendo la tua voce che ancora risuona, si opponga alla dilagante corruzione del costume pubblico e privato, e rinnovi la sua vita in Cristo, nostro Signore e nostro Dio.

Amen.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*