Prendersi cura della limoncella

Guide

Prendersi cura della limoncella

La limoncella è una pianta che appartiene alla famiglia delle Verbanacee. Originaria del Sud America, nei climi caldi questa pianta è un sempreverde, mentre nelle aree più fredde e inclini a gelate, la limoncella è annuale. Le piante fioriscono in primavera con delle lunghe file di piccoli fiori bianchi e profumati. Essa può crescere fino a 4 metri ma di solito la media è di un metro e mezzo.

Istruzioni

1 Liberate l’area in cui volete piantare la limoncella dalle erbacce o da altra vegetazione prima di piantarla. Il resto della vegetazione entrerebbe in competizione con la crescita delle giovani piante, sottraendo loro acqua e nutrienti.

2 Piantate la limoncella in aree in cui riceve pieno sole durate la giornata. Essa cresce e fiorisce meglio in aree soleggiate. I giardinieri che vivono nei climi più caldi possono posizionare le piante in aree che ricevono il sole solo parzialmente nel pomeriggio.

3 Modificate il terreno con del compost, lavorandolo con il terriccio ad una profondità di circa 18 cm.

Se il terreno è argilloso o acido, mescolate ad esso della sabbia o del limo. La limoncella preferisce crescere in terreni ben drenati ricchi di materiale organico.

4 Applicate uno strato di torba attorno alla base della pianta di limoncella, Questo aiuta il terreno a trattenere l’umidità, riducendo la comparsa di erbacce e proteggendo le radici anche dalle gelate.

5 Innaffiate le piante di limoncella dopo averle piantate, saturando le radici. Mantenete il suolo umido innaffiando regolarmente e non inzuppandolo. Le piante che crescono in condizioni di umidità costante sviluppano radici marce e muoiono.

6 Innaffiate raramente durante i mesi invernali in aree soggette a gelate. Questo permette alla limoncella di indurirsi, così da renderla più resistente alle gelate.

7 Potate la citronella tagliando i rami laterali, subito al di sopra di dove terminano le foglie. Tagliate le piante danneggiate dalle gelate a livello del suolo; esse germoglieranno di nuovo una volta tornato il caldo.

8 Fertilizzate le piante ogni 4 settimane con un fertilizzante idrosolubile.

Riducete l’utilizzo di fertilizzante durante i mesi invernali. Ricominciate l’applicazione quando torna il caldo.

9 Trattate le piante infette da farfalline e afidi con un insetticida. Trattate le piante appena notate la presenza del problema.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*