Preparativi per Kyoto 2

Ambiente

Preparativi per Kyoto 2

 Bruxelles: mesi cruciali per discutere degli impegni da assumere nell’ambito del cosiddetto “Kyoto 2”.

Tutti i firmatari del protocollo devono presentare i loro obiettivi di riduzione delle emissioni alle Nazioni Unite “entro il primo maggio” e gli Stati membri hanno ribadito il target del 20% per il 2020, ma allo stesso tempo “l’offerta condizionata” di arrivare fino al 30%.   In questo contesto, i ministri dell’ambiente dell’Ue hanno sottolineato “la necessità di target sufficientemente ambiziosi” nella seconda fase di Kyoto, facendo appello agli altri paesi partner del protocollo a seguire questa linea. Gli Stati membri sottolineano allo stesso tempo “il bisogno di semplificare” il processo di revisione dell’impegno di riduzione nel caso in cui uno Stato parte voglia aumentarlo, nel corso del Kyoto 2.

Altra questione da chiarire sarà quella della definizione delle regole per contabilizzare l’uso dei terreni e la silvicoltura, in termini di stoccaggio del carbonio. La Commissione europea si è già mossa in questa direzione, presentando la proposta di un sistema di conteggio valido per tutti gli Stati membri. In questa prima metà del 2012 si aspetta anche il programma di lavoro di un nuovo team del segretariato della convenzione Onu per il clima, che sarà incaricato di preparare la piattaforma per arrivare al prossimo accordo globale salva-clima. La prima scadenza importante per fare il punto sui negoziati internazionali sarà a giugno, quando si terranno i prossimi negoziati a Bonn.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...
Chiara Cichero 1241 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.