Presentato a Roma il sito internet con l’opera omnia di Einaudi COMMENTA  

Presentato a Roma il sito internet con l’opera omnia di Einaudi COMMENTA  

Cuneo – “Digitalizzare e rendere disponibile su web l’opera omnia einaudiana è qualcosa che davvero mancava, davvero serviva, soprattutto in considerazione del fatto che molte opere sono difficilmente rintracciabili oggi. O, meglio, fino a ieri erano difficilmente rintracciabili”: così Gianna Gancia, presidente della Provincia di Cuneo, nel suo intervento di saluto alla presentazione alla stampa del sito internet www.luigieinaudi.it, avvenuta giovedì 20 giugno 2013 presso la Fondazione Luigi Einaudi di Roma.

Fino a tale data non esisteva ed era una grave lacuna. Mettere in rete e rendere accessibile via web l’opera omnia di Einaudi è stato un lavoro di raccolta certosino, einaudiano nel senso pragmatico e illuministico del termine. Ma in pochi mesi, e dopo la presentazione del cd che faceva da guida alla lettura ancora parziale degli scritti einaudiani, la Fondazione Luigi Einaudi di Roma con il sostegno della Provincia di Cuneo ha portato a termine l’impresa. Un database contenente una gran parte degli scritti einaudiani esisteva già, ma i testi erano raccolti in formato immagine il che non rendeva di fatto possibile alcun tipo di ricerca specifica (cronologica o tematica). I tecnici informatici della Fondazione, invece, hanno messo a punto un database con il quale è possibile “interagire” attraverso tre tipologie di ricerca: cronologica, per tipologia bibliografica, per parola/e chiave, poiché gli scritti sono stati inseriti in formato testo. Le oltre 30 mila pagine di scritti, articoli, saggi dell’economista, opinionista e politico Einaudi, “molte delle quali – sottolinea il nipote Roberto – originariamente scritte a penna, in bella calligrafia e con pochissime correzioni” sono, dunque, da oggi a portata di mouse e dimostrano che a più di 50 anni di distanza dalla sua morte, gli insegnamenti dello storico presidente della Repubblica costituiscono ancora le basi sulle quali i giovani, che hanno bisogno di grandi esempi e di modelli ‘alti’ a cui ispirare le proprie scelte e i propri comportamenti, possono impostare il loro futuro.

Il sito, sviluppato con tecnologia php, ha un data base con circa 3.100 file associati a decine di tipologie di documenti (34 libri, 41 giornali, 122 riviste e poi ancora discorsi parlamentari, relazioni della banca d’Italia e altre pubblicazioni). Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti: il presidente della Fondazione Mario Lupo, la presidente della Provincia di Cuneo Gianna Gancia, il presidente onorario della Fondazione Roberto Einaudi nipote di Luigi, il prof. Angelo Maria Petroni ordinario di Logica e Filosofia della Scienza alla “Sapienza” Università di Roma, il direttore della School of Government della Luiss Giovanni Orsina e il direttore scientifico della Fondazione Domenico Bruni.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*