Presentazione del romanzo “La stella nel pozzo”

Libri

Presentazione del romanzo “La stella nel pozzo”

Sant’Agata Martesana – E’ un fiero Sandro Medei quello che ci invita, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Cassina de’Pecchi, a prendere parte, venerdì 20 gennaio 2012, a partire dalle ore 21:00, alla presentazione del suo romanzo “La stella nel pozzo” (Phasar, 2011). L’evento, che avrà luogo presso il Mulino Dugnani di Via XXV Aprile, promette di raccogliere un nutrito gruppo di fedeli lettori, curiosi e appassionati di letteratura.

Il libro

E’ a dir poco stupefacente ripensare a quante e quali epoche storiche vengano raccolte all’interno di questo romanzo. “La stella nel pozzo” inizia raccontandoci delle disavventure di Giuseppe Ottoni, detto Pinin, perdutamente innamorato di una giovane ragazza, Irina. Il suo amore è corrisposto, tuttavia ci troviamo nel 1870, e quando a questo ardente sentimento si contrappone il desiderio di Gerd – il sovrintendente della filanda presso la quale lavora – di prendere in moglie Irina, il divario economico e sociale tra i due fa sì che il povero Pinin perda ogni possibilità, anche quando si scopre che la giovane tiene in grembo il figlio legittimo dello stesso Pinin.

La narrazione riaffiora quindi nel turbolento ventennio fascista, allorché il figlio di Pinin, Luigi, abbraccia gli ideali del partito contrapponendosi allo spirito paterno. Infine scopriamo Cecco – nipote di Pinin – che, alle soglie del Duemila, ritrova un vecchio diario con annotazioni e cenni storici di un passato lontano eppure al tempo stesso incredibilmente vicino. Una storia travolgente e commovente, un delizioso tuffo nel passato dal quale si riemerge a malincuore.

Un’occasione

Conoscere la storia aiuta ad affrontare il presente in vista del futuro. “La stella nel pozzo” affronta con disinvoltura gli squilibri sociali di fine Ottocento, la violenza del ventennio fascista e, tramite le mille peripezie dei suoi personaggi, ci guida attraverso oltre cento anni di storia italiana. Tutto ciò rende questo evento un’occasione da non perdere non solo per i lettori, ma anche per gli appassionati di storia, che potranno beneficiare della presenza dell’autore stesso per chiarire eventuali dubbi o quesiti lasciati irrisolti.

Una presentazione da raccomandare, così come la lettura del romanzo.

Filippo Munaro

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche