Preservativo: quanto costa e quale scegliere
Preservativo: quanto costa e quale scegliere
Sesso & Coppia

Preservativo: quanto costa e quale scegliere

Preservativo

Il preservativo è il metodo contraccettivo più utilizzato e il più sicuro per prevenire le malattie sessualmente trasmissibili. Ecco come scegliere i preservativi e quanto costano.

Il preservativo è uno dei metodi di contraccezione più facili da reperire e più semplici da usare. E soprattutto è il più sicuro per quanto riguarda la prevenzione dalla malattie sessualmente trasmissibili. Scegliere i preservativi non è però così semplice come usarli. In commercio sono, infatti, disponibili molte marche e modelli, ognuna con caratteristiche specifiche diverse dalle altre, che rendono la scelta complicata. Il problema principale è scegliere la marca più conveniente, ma che allo stesso tempo garantisca sicurezza e affidabilità. Oltre a questi fattori, è molto importante tener presente l’adattabilità dei preservativi al proprio corpo. Il profilattico deve permettervi di muovervi liberamente e non crearvi fastidi e impedimenti. Vi proponiamo di seguito dei consigli per scegliere i preservativi più adatti a voi.

Come scegliere il preservativo

Le caratteristiche del preservativo

I preservativi non sono tutti uguali e ognuno deve cercare quello più adatto a sé. Per prima cosa, dunque, occorre selezionare le caratteristiche del profilattico in base alle proprie necessità fisiche.

È indispensabile individuare misura, lunghezza e materiale del profilattico che rispondo nel modo migliore alle esigenze del nostro corpo.

Per quanto riguarda la misura, vi è una scelta abbastanza ampia. Le misure variano da una minima di 47 mm – taglia xxs- a una massima di 64 mm – taglia xxl. Il modo migliore per capire quale sia la misura giusta, è testare le misure che pensate facciano al caso vostro, finché non trovate quella che più vi fa sentire a vostro agio.

Anche per la lunghezza vi sono varie opzioni tra cui scegliere. La lunghezza dei profilattici varia tendenzialmente dai 170 ai 215 mm. Come per la misura, potete provare i diversi modelli e decidere dopo un confronto quale sia il migliore per voi.

Un ulteriore fattore da considerare è il materiale. Quest’ultimo è una discriminante fondamentale, perché può essere una scelta determinante per chi soffre di particolari allergie. Il materiale più utilizzato è il lattice, ma vengono spesso usati anche il poliuretano e il poli-isoprene. Molto spesso, tuttavia, questi materiali causano allergie che non sono da sottovalutare, quindi meglio utilizzare un preservativo di altro materiale.

Proprio per prevenire questi problemi dovuti alle allergie, ultimamente si stanno diffondendo i profilattici in resina. Infatti, a differenza dei preservati tradizionali, quelli in resina sono anallergici.

Marche e modelli di preservativi

Ogni marca di preservativi propone diverse linee in base alle caratteristiche appena elencate. A queste si aggiungono qualità prettamente estetiche, come il colore, e di gusto, come l’aroma. Pertanto i profilattici possono essere divisi in alcune categorie generali: un preservativo può essere classico, stimolante, aromatizzato e colorato.

La marca che più di tutte propone modelli diversi è la Durex. Nella gamma Classici i più conosciuti sono i Jeans, i Love e i Settebello Classico. La gamma Feeling, dedicata ai preservativi stimolanti e più sottili comprende i Contatto e gli Invisible. La gamma Fun propone due preservativi: i Pleasuremax, stimolanti; i Tropical, aromatizzati ad arancia, fragola, banana e mela. Durex propone anche preservativi ritardanti come il Settebello Lungadurata e il Performa.

Altra marca storica di preservativi è Akuel.

Questa marca divide le sue linee in base al materiale dei profilattici. Le linee Sensazioni Naturali e Sensazioni Intense, sono formate da profilattici in lattice. La prima contiene preservati classici, la seconda stimolanti. La linea Skin, invece, propone profilattici senza lattice, è perciò perfetta per chi soffre di allergie. Ma questa linea possiede un’altra peculiarità che la distingue dalle altre: include preservativi più sottili, che garantiscono un effetto più naturale, come se non ci fossero.

Un’altra marca di preservativi in commercio da molti anni, è la Control. Con il passare del tempo, il marchio ha innovato materiali e modelli. Oggi propone diverse linee, che promettono comodità, sensazioni naturali, effetto ritardante e gusti fruttati.

Costo dei preservativi

Il prezzo dei preservativi varia ovviamente a seconda della marca e dai modelli prescelti.

Il costo di una confezione Durex varia dagli 8-10 euro per i classici, ai 13-16 euro per i modelli più “sofisticati”. I profilattici Durex sono i più facili da reperire in commercio, perché sono i più diffusi ed utilizzati.

La grande varietà di linee proposte, consente al famoso marchio di rispondere a bisogni e gusti di quasi tutti gli acquirenti.

Se però avete già provato i Durex e non vi siete trovati bene, potete provare gli Akuel. Il costo va da un minimo di 4,80 euro a un massimo di 61,20 euro per i modelli skin da 72 pezzi.

Per quanto riguarda Control, il costo è più o meno in linea con quello dei suoi concorrenti.

Preferire un tipo di preservativo ad un altro è una questione soggettiva. Se avete problemi di allergie, comprate solo quelli che non contengono lattice. Ne avete provati di tutti i tipi e non trovate alcuna differenza? Beh, allora potete sceglierne qualsiasi tipo, confrontare i prezzi e comprare quelli più convenienti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche