Preside ipnotizzava gli studenti, tre minorenni sono morti

Esteri

Preside ipnotizzava gli studenti, tre minorenni sono morti

E’ una vicenda dai contorni macabri e senza lieto fine, quella che arriva da North Port in Florida dove un presiden è stato condannato ad un anno di libertà vigilata per aver ipnotizzato alcuni studenti del liceo nel quale lavorava, in modo non autorizzato e con conseguenze drammatiche. Tutti sono infatti morti poco tempo dopo essere stati ipnotizzati, come Wesley che nel 2011 si è ucciso, proprio il giorno dopo l’ipnosi. Poi fu la volta di Brittany che sei mesi dopo essere stata iptonizzata da George Kenney si è impiccata.

Infine Marcus, al quale il preside aveva insegnato l’auto ipnosi, è morto in uno strano incidente d’auto. In seguito ai fatti sono giunte denunce nei confronti del preside che dichiarandosi imprudente ha spiegato di averlo fatto per migliorare le loro condizioni psicofisiche ed atletiche. Recentemente le famiglie dei tre ragazzi che all’epoca dei fatti avevano 16 e 17 anni, non hanno preso bene la condanna, anche se di recente il consiglio scolastico ha stabilito che alle tre famiglie sarà erogato un rimborso pari a 200 mila dollaria ciscuna.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche