Presidenziali Francia, la situazione di Francois Fillon COMMENTA  

Presidenziali Francia, la situazione di Francois Fillon COMMENTA  

francia francois fillon

Francois Fillon è il candidato del centro destra francese in vista delle presidenziali. Il suo nome, al momento, è finito in un’inchiesta.

Qual è la situazione di Francois Fillon, candidato presidente del centro destra francese? L’inchiesta su di lui prosegue, ma il diretto interessato ha dichiarato di non volersi ritirare. Anche se molti, nel suo partito, vorrebbero che lo facesse.


Chi è Francois Fillon

Francois Fillon è l’attuale candidato alla presidenza della Repubblica francese in vista delle elezioni della prossima primavera. Fillon ha vinto le primarie del suo partito – stravinto, a dire la verità – battendo Alain Juppé. Era lo scorso novembre.


In passato, fra il 2007 e il 2012, Francois Fillon è stato primo ministro con Sarkozy presidente.

Le indagini su Fillon

L’inchiesta su Francois Fillon è partita da e coinvolge principalmente sua moglie Penelope, a quanto pare assunta dal marito per un incarico fittizio presso l’Assemblea Nazionale. La polizia, infatti, a seguito di varie ispezioni, non ha rilevato tracce del fatto che Penelope Fillon abbia mai messo piede presso gli uffici dell’Assemblea.


Con il passare delle settimane, le indagini si sono allargate e, al momento, si parla di 950 mila euro di fondi pubblici elargiti da Fillon ai suoi familiari per incarichi fittizi.

L'articolo prosegue subito dopo


Cosa dice il candidato del centro destra francese

Francois Fillon si è scusato pubblicamente per avere commesso un “errore”. In sostanza, il candidato presidente avrebbe ammesso una sua responsabilità nella vicenda della moglie Penelope, ma in un recente comizio ha dichiarato di non essere intenzionato ad abbandonare la corsa all’Eliseo.

Fillon si è sempre detto tranquillo riguardo all’intera vicenda. “Il problema”, ha però specificato, è che quando tutto sarà chiarito, “le elezioni saranno già finite”. Penelope Fillon, nel frattempo, ha rilasciato un’intervista al Journal du Dimanche in cui ha dichiarato di avere fornito ai magistrati le prove del suo lavoro presso gli uffici del marito.

Cosa succederà adesso

Fillon è forte della sua vittoria alle primarie e, di fatto, sostiene che l’intera indagine sia una montatura ad arte per estrometterlo dalle presidenziali. Sono in molti, fra i repubblicani, ad auspicare un suo passo indietro in favore soprattutto di Alain Juppé (che in un primo momento si è detto disponibile a tornare in campo, poi sembra avere cambiato idea).

A chi lo ha abbandonato, Fillon ha rivolto parole durissime. “Permettete che  l’emotività del momento sia anteposta ai bisogni della nazione?”, ha detto durante l’ultimo comizio, “e che gli interessi di camarille e le manovre di carriera passino sopra la grandezza e la coerenza di un progetto sostenuto da quattro milioni di persone?”. Fillon ha chiesto ai suoi avversari, definiti uomini “senza vergogna e senza orgoglio”, di farsi un “esame di coscienza”.

La situazione rimane molto delicata. Fillon potrebbe davvero scegliere di non rinunciare al suo ruolo di candidato presidente, ma il rischio è che, nel momento delle elezioni, possa essere il popolo francese a lasciarsi guidare dalla “emotività del momento”. E questo proprio quando la leader del Front National Marine Le Pen prosegue la sua ascesa.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*