Pressione bassa: valori, sintomi, rimedi

Salute

Pressione bassa: valori, sintomi, rimedi

La pressione bassa (o ipotensione) può essere tenuta a bada con qualche accorgimento e assumendo alcuni rimedi naturali efficaci.

La pressione bassa (o ipotensione) si verifica quando i valori della pressione arteriosa rilevati sono inferiori alla media, quindi meno di 90/60 mm Hg. I valori si riferiscono alla pressione massima e a quella minima (rispettivamente sistolica e diastolica).

Per essere considerata nella norma, la pressione deve essere inferiore ai 120/80 mm Hg. La pressione bassa si manifesta con alcuni sintomi tipici: mal di testa, debolezza muscolare, stanchezza cronica, ronzii alle orecchie, sonnolenza, vertigini, annebbiamento della vista, svenimento (nei casi più gravi).

L’ipotensione di per sé non è una patologia, ma può essere la spia di una malattia o di uno stato di malessere psico-fisico da non sottovalutare. Inoltre è da tener presente che subisce oscillazioni durante la giornata: ad esempio tende ad aumentare alla sera e diminuisce quando si dorme.

Situazioni di stress o di eccitazione tendono a far aumentare i valori pressori, così come durante lo svolgimento di un’attività fisica. In gravidanza la pressione bassa è fisiologica.

Esistono comunque dei rimedi per tenere la pressione arteriosa nei valori medi. Prima di tutto, è importante mantenere sempre il giusto livello di idratazione nel corpo. Se vi sentite spossati e deboli provate ad alzare le gambe e bere un bicchiere di acqua: ne avrete subito giovamento. Per evitare che la pressione si abbassi troppo è utile inserire alcuni alimenti specifici nella propria dieta: ad esempio il succo di ribes, melograno e barbabietola, oppure il ginseng o il guaranà (che sono energizzanti naturali).

Anche il caffè fa bene a chi soffre di ipotensione, purchè non si ecceda. In caso di pressione bassa, è utile consumare frutta e verdura fresca di stagione. Per risollevare la pressione bassa sono indicati alcuni oli essenziali (pino silvestre, peccio nero, rosmarino).

Gli oli essenziali vanno inalati oppure applicati con un delicato massaggio sulla schiena, all’altezza di reni. Su consiglio del medico, potete assumere qualche integratore a base di magnesio e potassio per tirarvi su. La pressione bassa va tenuta sotto controllo soprattutto in estate, quando il caldo influisce sui valori pressori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche