Prestazioni sessuali sulla parcella alla voce "riunioni" - Notizie.it
Prestazioni sessuali sulla parcella alla voce “riunioni”
Esteri

Prestazioni sessuali sulla parcella alla voce “riunioni”

STATI UNITI- Gli avvocati americani, oltre a difendere i prori assistiti, possono anche procedere nelle indagini come detective: questo lo prevede la legge d’oltre oceano. Il caso dell’avvocato Thomas Lowe del Minnesota non era fatto solo di minuziose ricerche mirate a rinvenire la verità ma le sue attenzioni erano mirate maggiormente verso la sua assistita. L’avvocato rappresentava una donna in una causa di divorzio ma ben presto tra i due è scoppiata la passione facendogli iniziare una relazione amorosa di circa sei mesi. Lowe però a pensato bene, per salvaguardare il suo matrimonio, di interrompere gli incontri clandestini con la sua cliente e di presentarle la parcella. Alla donna è saltato subito agli occhi che il conteggio delle ore, in cui l’avvocato aveva segnato la sua prestazione professionale, comprendevano anche quelle dei loro incontri amorosi con la voce “riunioni”.

La donna, innamorata e delusa, ha tentato il suicidio pochi giorni dopo ma è riuscita a sopravvivere grazie all’intervento di alcuni passanti.

Dopo questa beffa ho pensato bene di ammazzarmi” -ha spiegato la cliente dell’avvocato alla polizia-. Per Lowe è scattata una denuncia con l’accusa di istigazione al suicidio e di condotta non professionale, mentre la Corte Suprema del Minnesota l’ha sospeso a tempo indeterminato con la proposta di espulsione dall’albo. Lo stesso Lowe pare non essere nuovo a vicende “non legali“. Nel 1997 l’ex avvocato era stato denunciato per l’acquisto di cocaina da un suo cliente spacciatore.

(F.B)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche