Prete vieta l’ingresso agli zingari in oratorio, rubano COMMENTA  

Prete vieta l’ingresso agli zingari in oratorio, rubano COMMENTA  

Milano – Don Alberto Sacco, 76 anni, parroco della parrocchia San Silvestro di via Lodovico il Moro, nel quartiere di Ronchetto sul Naviglio, ha deciso di vietare l’ingresso in oratorio agli zingari.

Per farlo capire ai rom, ha affisso anche un cartello: «A causa di ripetuti furti gli zingari possono entrare solamente in chiesa». Il motivo, come riporta “Il Giorno” è dovuto a un tentativo di furto compiuto ai danni di due ragazzini, ad opera di due donne nomadi.

Le due zingare avrebbero tentato di rubare due zaini. Nonostante questo, la decisione di don Sacco appare fortemente discriminatoria, non possono pagare tutti i rom per la colpa di due donne.

Quali misure intende adottare don Sacco contro i ladri italiani? Eh si, perché ci sono ladri, e tanti, anche tra i nostri connazionali. Ci permettiamo di citare il Vangelo secondo Luca.

L'articolo prosegue subito dopo

23, 33-34. 39-43, per intenderci quando, Gesù viene crocifisso insieme ai due ladroni e che don Sacco, certamente conosce: “Gesù, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno”. Gesù rispose: “In verità ti dico, oggi sarai con me nel paradiso”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*