Preti pedofili, l’Onu chiede impegno al Vaticano COMMENTA  

Preti pedofili, l’Onu chiede impegno al Vaticano COMMENTA  

PEDOFILIA-PRETI-VATICANO-SCANDALO

La pedofilia è una vergogna per la Chiesa, ha tuonato più volte Papa Francesco a proposito degli abusi sessuali e gli scandali che hanno scosso il Vaticano. E’ stata proprio la Santa Sede ad annunciare, a breve, l’inizio del processo a carico di un prelato polacco accusato di aver compiuto abusi sessuali sui minori. Dello scandalo, scoppiato nel 2011, la Santa Sede è stata chiamata a rispondere davanti all’Onu, presso la sede centrale di Ginevra. Proprio in questi giorni il Vaticano sta invitando i vescovi a non nascondere i casi di pedofilia di cui vengano a conoscenza, ma anzi essere pronti a denunciarli alla giustizia ordinaria.


Davanti all’apposito comitato istituito dalle Nazioni Unite la Santa Sede è stata bacchettata più volte da Sara Oviedo, l’investigatrice del comitato dei diritti umani, che ha chiesto alla delegazione vaticana perché, quando si viene a conoscenza di abusi o violenze sessuali da parte di un sacerdote si tende a trasferirli da una sede all’altra piuttosto che denunciarli come è giusto che sia.


Papa Francesco, d’ora in poi, è più che mai deciso a mettere fine a questa vergogna della Chiesa. L’organismo presso cui si è presentato il Vaticano non ha poteri coercitivi dal punto di vista giuridico, ma l’applicazione di una sanzione sarebbe un duro colpo per l’immagine della Santa Sede.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*