Prima Divisione, il punto: Lanciano ed Alto Adige, è tutto vero - Notizie.it

Prima Divisione, il punto: Lanciano ed Alto Adige, è tutto vero

Calcio

Prima Divisione, il punto: Lanciano ed Alto Adige, è tutto vero

E’ un Trapani da nove, tante quante le vittorie in trasferta: per il voto completo, e per la lode, bisognerà aspettare almeno fino a domenica quando, a Crema, i granata giocheranno per “la tesi di laurea”, come ha dichiarato mister Boscaglia. Ma in realtà lo spumante è già in freezer e la festa in cantiere: non è da tutti infatti mettersi alle spalle la delusione di un doppio turno casalingo, con tanto di sconfitta interna contro la rivale Siracusa, andando a vincere a Frosinone e riportandosi a +8 sui cugini aretusei. Ma la forza tecnica, organizzativa e morale del Trapani ha permesso di superare anche questo ostacolo, tra l’altro con il gol di un semi-esordiente come Cianni: un segnale forse anche fortunato ma che più concretamente sottolinea la forza del gruppo e soprattutto di un allenatore che sta trionfando con la mentalità giusta, anche in Lega Pro, ovvero quella dell’attacco come miglior difesa, di non rinunciare mai ad offendere.

Mentalità diversa ma risultato quasi identico per la Ternana, l’altra capolista che può iniziare il conto alla rovescia in vista della Serie B: al Fortunati di Pavia la squadra di Toscano conferma di aver azionato il pilota automatico.

Una strategia poco spettacolare, come non incline al divertimento ma piuttosto alla solidità è stata tutta la stagione dei neroverdi, ma dal profitto assicurato: pareggiare in trasferta e, se possibile, vincere più gare possibile in casa tra le ultime sette basterà ed avanzerà agli umbri per evitare i playoff, anche grazie alle disgrazie altrui. Con il Taranto bloccato da altri pensieri, infatti, la Ternana non può certo preoccuparsi delle pur lodevoli Carpi e Pro Vercelli, ora in grado di spostare il mirino verso il secondo posto ma solo se troveranno continuità in trasferta.

E se per l’ultimo posto nei playoff del girone A si preannuncia un caldissimo derby campano a tre con Sorrento, Benevento ma pure l’emergente Avellino, nella giornata dei cinque pareggi è da segnalare l’avvelenata vendetta di Alessandro Pane che archivia o quasi la pratica salvezza del Pisa cacciando nei guai la Reggiana, ora a rischio playout al pari di altri nomi illustri.

Soliti movimenti vorticosi invece nel girone B dove la zona playoff torna un guazzabuglio: il merito è delle vere rivelazioni della stagione, le giovanissime Lanciano ed Alto Adige che, messa in archivio la salvezza, si stanno divertendo a sognare a discapito delle grandi. Dalla Cremonese al Pergocrema fino allo stesso Spezia tanti infatti sono le corazzate che rischiano di vedersi gli spareggi in poltrona. Per non parlare di Barletta e Frosinone, le delusioni del campionato chiamate ormai a guardarsi le spalle. Missione quasi impossibile per l’Andria sprofondata al penultimo posto: in estate il presidente Fusiello prese malissimo la suddivisione dei gironi. C’è solo questo dietro ad una stagione-no?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche