Prima Divisione, il punto: Ternana e Trapani, c'è frenata e frenata - Notizie.it
Prima Divisione, il punto: Ternana e Trapani, c’è frenata e frenata
Calcio

Prima Divisione, il punto: Ternana e Trapani, c’è frenata e frenata

Nella settimana che condurrà al doppio turno ravvicinato, prima dell’insolita pausa pasquale, la Prima Divisione si ritrova a che fare con un fine settimana scoppiettante di avvenimenti, purtroppo non tutti edificanti. Cominciamo da quello più indolore ma più significativo sul piano romantico: non smette di far rumore il passaggio della barricata di Nelso Ricci dalla Carrarese allo Spezia. Un’autentica “bomba di mercato” acuita dalle origini apuane dell’ex dirigente del Livorno: a parte il regolamento che vieta ad un dirigente di lavorare nella stessa stagione per due squadre diverse è tutta da discutere l’opportunità scelta da Ricci per chiudere un rapporto che aveva fruttato una promozione ed un campionato sopra le aspettative. Per fortuna, almeno, che il derby di ritorno c’è già stato (per inciso la Carrarese è uscita con quattro punti tra andata e ritorno…).

Ma lo Spezia fa parlare di sè anche per le imprese sul campo: la squadra di Serena sembra finalmente viaggiare con il vento in poppa ed anche se l’ostacolo Feralpi non era proprio il più insormontabile la notizia del giorno è il raggiungimento da parte dei bianconeri del secondo posto insieme al Siracusa (ma gli scontri diretti sorridono agli aretusei), che, con la testa ai playoff, si fa raggiungere da un Piacenza strappa-applausi dopo la settimana del fallimento.

Il tutto mentre il Trapani viaggia a velocità di crociera (battuta voluta…) verso una promozione che ormai nessuno gli può togliere in un girone in cui le vittorie di Cremonese e dello scatenato Lanciano fanno finalmente un pò di chiarezza in zona playoff, mai così “definita”. Un minimo di attenzione in più invece è consigliata alla Ternana che completa la frenata delle ultime settimane con un brutto ko interno contro la Spal: sette punti di vantaggio sono abbastanza per fare qualche calcolo ma non per inchiodare del tutto vista la prodigiosa rimonta del Carpi e la partita in meno del Taranto.

Ed ecco qui l’altro tema scottante della giornata: perchè in un campionato emozionante e tecnicamente rispettabile non è normale che si sospenda una partita a sei dalla fine per l’infortunio dell’arbitro. Impossibile pensare di collocare un quarto uomo in tutti i campi, bisognerebbe adeguarsi alla regola che consente di riprendere le partite da dove si erano interrotte: ed invece al Sinigaglia si ricomincerà da capo con un chiaro vantaggio per i pugliesi, ora a conoscenza della caduta della Ternana.

Difficile comunque pensare che il campionato possa riaprirsi visto anche il calendario che sorride ai rossoverdi ma urge trovare rimedi. Quelli che sembrano inutili per il Foligno, avviato ad una retrocessione annunciata: e questo sì potrebbe diventare il primo verdetto della stagione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche