Prima Reincarnazione di Vishnu: Matsya, il pesce del diluvio univerale COMMENTA  

Prima Reincarnazione di Vishnu: Matsya, il pesce del diluvio univerale COMMENTA  

Vishnu è il dio supremo della mitologia indù, ed è apparso nei racconti sacri Indù in dieci incarnazioni. La prima incarnazione si chiama Matsya, in sanscrito significa “pesce”, ed è per la prima volta nominato nel Matsya Purana.

Il personaggio principale in questo “mondo alluvionato” è un re nato da un dio del sole. Secondo alcune versioni della stessa storia, sentì la notizia di un altro dio importante conosciuto come Brahma, dopo aver meditato per anni e anni da solo nelle foreste. In altri racconti, si dice che è lo stesso Vishnu.


Matsya è apparso un giorno al re mortale noto come Manu, mentre Manu si stava lavando le mani in un fiume. Matsya è apparso come un piccolo pesce e nuotò nelle mani del re, implorando misericordia. E così Manu trasportò il pesciolino in un vaso, dato che non aveva voglia di ucciderlo. Ma col passare del tempo, il pesce cresceva e cresceva e alla fine non ci stava più nel vaso, così lo si spostò più volte in un catino, in un fiume, e nell’oceano. E’ stato a questo punto, quando il pesce era cresciuto fino a riempire l’intero oceano, che si rivelò a Manu come l’ incarnazione di Vishnu. Matsya disse a Manu che un diluvio universale stava per accadere entro sette giorni, e lo incaricò di raccogliere tutte le erbe officinali e le varietà di semi, e tutti gli animali. Per salvare tutte le creature sulla Terra, Manu costruì una barca (in alcuni racconti, gli dèi costruito una barca per lui).

Mentre era alla deriva nell’oceano, Manu vide Matsya di nuovo, e lo legò alla barca per la sua sicurezza. Il pesce trascinò così la barca in giro per giorni e giorni fino a quando le acque si ritirarono.


Mentre era alla deriva nell’oceano, Manu domandò a Matsya molte cose e il dio gigante gli raccontò le storie che alla fine formano il testo conosciuto come “Matsya Purana”. Quando il diluvio finì, la nave e il suo equipaggio si ritrovarono in cima ad una vetta dell’ Himalaya. Nella tradizione indù questo testo è considerato il più importante mahapurana, siccome fu detto essere recitato da Vishnu stesso.


Ci sono diciotto Purana principali detti “mahapuranas”, e minori “Upapurana”. Tra i racconti della creazione e divini, tipici delle storie antiche, le dieci incarnazioni di Vishnu sono qui descritte.

L'articolo prosegue subito dopo


Mentre Matsya è descritto come un gigantesco pesce nella storia, le illustrazioni di lui sono un po’ diverse. E’ più tipico vederlo raffigurato come un uomo a quattro mani armate, la pelle blu e il corpo umano con la parte inferiore di un pesce.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*