Primarie Pd, domani si parte. Il coordinatore Stumpo: «Chi non viene eletto resta a casa»

Politica

Primarie Pd, domani si parte. Il coordinatore Stumpo: «Chi non viene eletto resta a casa»

Matteo Renzi sarà pure stato sconfitto alle primarie, ma la sua idea di rottamazione ha lasciato il segno. Lo si evince dalle parole di Nico Stumpo, il responsabile dell’organizzazione delle primarie parlamentari del Partito Democratico. «Il Pd rispetterà l’esito delle primarie per i parlamentari e il voto democratico dei cittadini. Faccio parte di un partito e di un gruppo dirigente dotato di un abbondante buon senso. Sarebbe ben strano che chi è arrivato sotto altri che hanno vinto, poi si trovi sopra». Tradotto, chi perde resta a casa, senza possibilità di obiezione. Non verrà recuperato nel listino bloccato, ossia quel 10% di candidati del Listino Bersani presentati automaticamente senza le primarie.

Anche se le proteste ci sono eccome. Fabiano Amati, assessore della Puglia alle Opere Pubbliche e Protezione civile, Ruggiero Mennea e Donato Pentassuglia, consiglieri regionali pugliesi, si sono autosospesi dal gruppo del Partito Democratico nel Consiglio regionale, a seguito della loro esclusione dalle liste delle primarie parlamentari.

Domani, dunque, partono le consultazioni.

Potranno votare per la selezione delle candidature al Parlamento nazionale gli elettori iscritti nell’Albo delle primarie dell'”Italia Bene Comune”, che si sono svolte a novembre e gli iscritti al Pd nel 2011 che abbiano rinnovato l’adesione fino al momento del voto.

Si potrà votare dalle 8.00 alle 21.00 di domani, in Piemonte, Liguria, Lombardia, Alto Adige, Umbria, Abruzzo, Molise, Campania, e Calabria o, nelle stesse ore, di domenica 30 dicembre, nelle regioni di Veneto, Trentino, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Puglia, Basilicata, Sicilia e Sardegna. Ogni elettore potrà esprimere fino ad un massimo di due preferenze.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...