Primi sintomi ipertiroidismo lieve

Salute

Primi sintomi ipertiroidismo lieve

La tiroide è una ghiandola che potrebbe mal funzionare: un’attività più accentuata dà luogo all’ipertiroidismo, che si manifesta con alcuni sintomi tipici.

La tiroide è una ghiandola endocrina che si trova nella gola ed ha la forma di una farfalla. Il suo cattivo funzionamento provoca conseguenze anche piuttosto serie. Se la tiroide ha un’attività eccessiva si parla di “ipertiroidismo”, se invece è scarsamente attiva si è in una condizione di “ipotiroidismo”. Sia la prima che la seconda patologia si presentano con sintomi che, però, potrebbero essere confusi con altri problemi di salute.

Tra i principali sintomi dell’ipertiroidismo si può riscontrare: nervosismo, stato d’ansia generalizzato, umore instabile, tremore nelle mani, palpitazioni, tachicardia, improvvisa perdita di peso, aritmia cardiaca, alterazione del ciclo mestruale, caduta dei capelli, occhi sporgenti, debolezza muscolare, sudorazione eccessiva, ingrossamento della ghiandola della tiroide, motilità intestinale alterata. Tali sintomi sono provocati da un eccesso di tiroxina (un ormone prodotto dalla tiroide stessa), che va ad alterare anche il metabolismo basale.

Quando i sintomi non sono abbastanza definiti e chiari la diagnosi da parte del medico può arrivare tardivamente, e questo potrebbe comportare conseguenze molto serie per l’organismo.

Appena si verifica uno dei sintomi descritti è consigliabile rivolgersi al medico curante per sollecitare una pronta diagnosi. L’ipertiroidismo, pur non essendo una patologia grave, va comunque tenuto sotto controllo. Ad esempio, le donne che ne soffrono possono concepire, ma è bene monitorare la situazione già restare incinta.

Anche se raramente, l’ipertiroidismo potrebbe colpire anche i bambini, con alcuni dei sintomi caratteristici di questa alterazione: ipertensione, irritabilità, tachicardia, ritardo mentale. Le disfunzioni ipertiroidee possono essere curate con appositi farmaci anti-tiroide che agiscono sulla tiroxina, inibendone la produzione. Per prevenire i disturbi cardiaci in genere vengono prescritti medicinali beta-bloccanti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

dieta bariatrica
Salute

Linee guida della dieta bariatrica

26 settembre 2017 di Notizie

Quale dieta occorre seguire a seguito di un intervento invasivo come quello di riduzione dello stomaco? Scopriamo cos’è e in cosa consiste la dieta bariatrica.