Primo incontro del Tavolo di Crisi sulle politiche socio-assistenziali in provincia di Cuneo

Attualità

Primo incontro del Tavolo di Crisi sulle politiche socio-assistenziali in provincia di Cuneo

Lunedì 11 febbraio alle ore 15,30, presso l’Assessorato alla Sanità della Regione Piemonte, si è tenuta la prima riunione del Tavolo di Crisi sulle politiche socio-assistenziali in provincia di Cuneo che era stato concordato tra la Regione Piemonte ed il Coordinamento degli Enti Gestori, le Cooperative sociali, l’Associazione delle Case di Riposo e le Organizzazioni Sindacali Cgil, Cisl e Uil in occasione della manifestazione del 2 Febbraio scorso a Cuneo.

Obiettivo dell’incontro è stato l’avvio del confronto sui temi già presentati in Prefettura il 2 febbraio scorso, con riferimento particolare alla definizione di un piano di rientro dei debiti delle ASL cuneesi verso i soggetti pubblici e privati che operano nel campo dei servizi alla persona in una logica di riequilibrio a scala regionale.

L’incontro ha avuto un esito costruttivo in quanto l’Assessore Monferino ha assunto l’impegno di attuare in tempi brevi i procedimenti necessari a garantire l’equità di trattamento nella distribuzione dei fondi alle Asl cuneesi.

Inoltre, l’Assessore si è impegnato a risolvere nel breve termine i nodi amministrativi relativi alla certificazione dei crediti vantati dai Consorzi Socio Assistenziali nei confronti della Regione Piemonte al fine di perfezionare il finanziamento del Gruppo UBI, garantito dalla Fondazione CRC, che permetterà ai Consorzi di pagare immediatamente gli arretrati ai fornitori di servizi e di beni.

In questo contesto è stata verificata la disponibilità delle ASL cuneesi a certificare i loro debiti nei confronti dei Consorzi socio assistenziali, delle Cooperative Sociali e delle Case di Riposo.

Il tavolo di crisi si incontrerà entro 30 giorni per continuare il proprio lavoro a partire dalla verifica dello stato di avanzamento degli interventi stabiliti nella riunione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...