Primo maggio amaro: cresce la disoccupazione in Sicilia

Catania

Primo maggio amaro: cresce la disoccupazione in Sicilia

CATANIA – Primo maggio festa dei lavoratori e del lavoro. In Sicilia, però, cè poco da festeggiare. I dati sulla disoccupazione sono in crescita, la situazione appare critica. Una nota della Uil lancia il grido d’allarme per la vera emergenza sull’isola: “I disoccupati in Sicilia sono ufficialmente 250mila. Ma secondo l’ultimo rapporto Svimez toccano quota 600mila. Ciò significa che solo 1 su 4 dei siciliani in età da lavoro ha un’occupazione. La situazione nell’Isola è drammatica e, quest’anno, per la Festa del Lavoro ci sarà sicuramente poco da festeggiare. Per il Primo Maggio diciamo “basta” alle politiche che distruggono posti di lavoro. E lanciamo anche un appello a tutti coloro che vogliono cambiare e fare fronte comune per valorizzare le risorse di questa regione su un vero progetto di sviluppo”. Parole del segretario regionale, Claudio Barone, che commenta gli ultimi dati dell’Inps: “La cassa integrazione in Sicilia è schizzata – dal 2010 al 2011 – da 22 a 26 milioni di ore e quest’anno continua a crescere con già nove milioni e mezzo solo nel primo trimestre.

Le aziende in sofferenza, infatti, sono sempre di più. L’offerta di occupazione quindi diminuirà e aumenterà l’esercito dei disperati”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*