Privilegi eccezionali

Storia

Privilegi eccezionali

Ai Normanni poi, il papa volle conferire una sorta di sigillo ufficiale della propria amicizia , non senza sollevare perplessità: nominò Ruggero, in qualità di suo vassallo, legato pontificio per tutti i possedimenti su cui regnava. Con la possibilità di trasmettere ereditariamente la dignità al figlio Simone. Un privilegio eccezionale , ben presto ridimensionato dal successivo papa Pasquale II, con uno strascico plurisecolare di polemiche e dissidi a cui pose fine solo Pio IX nel 1867.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche