Problemi di salute con le sigarette elettroniche COMMENTA  

Problemi di salute con le sigarette elettroniche COMMENTA  

La sigaretta elettronica è una sostituta della sigaretta normale, utilizzata da persone che vogliono smettere di fumare senza ricorrere ai cerotti. Questa sigaretta crea una mistura di vapore acqueo e nicotina; la quantità può essere ridotta nel corso del tempo. Anche se viene pubblicizzata come un dispositivo per aiutare a smettere di fumare, la sigaretta elettronica non è tenuta a superare gli stessi controlli di sicurezza degli altri dispositivi che servono ad aiutare le persone a smettere di fumare. 

Controllo qualità

Il primo problema per la salute riguarda il metodo di produzione, che avviene in Cina. Secondo un’intervista del 2008 con Action on Smoking e il direttore di Health’s, Deborah Arnott, la fabbrica cinese dove vengono prodotte le sigarette ha un basso standard di controlli della qualità. Questo può portare alla produzione di prodotti difettosi provocando un aumento del rischio che siano presenti sostanze chimiche nocive nel vapore che le sigarette producono.


Contenuto chimico

Il test effettuato dalla U.S. Food and Drugs Administration ha scoperto che il vapore delle sigarette elettroniche contiene glicole dietilenico, un solvente velenoso utilizzato nell’antigelo, oltre ad altre cose. Ciò va contro alle affermazioni fatte da Jason Cropper, il direttore della Electronic Cigarette Company, il quale ha asserito che le sigarette non contenevano “tossine nocive” quando sono state testate dalla sua compagnia.


Dipendenza

Le sigarette elettroniche creano vapore dalle capsule di nicotina, producendo vapore con nicotina che l’utilizzatore inala. La nicotina aumenta la pressione sanguigna e provoca vasocostrizione, facendo in modo che i vasi sanguigni si contraggano.

Ciò aumenta la pressione sul cuore e può provocare problemi cardiaci a coloro che utilizzano le sigarette elettroniche. Ovviamente i fumatori di sigarette normali corrono gli stessi rischi.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*