Processo Pistorius: a breve la sentenza COMMENTA  

Processo Pistorius: a breve la sentenza COMMENTA  

OSCAR PISTORIUS
OSCAR PISTORIUS

Oscar Pistorius, in attesa della condanna per l’omicidio della fidanzata Reeka Steenkamp mostra al giudice le sue gambe senza le protesi.

Tra pochissime ore si saprà il futuro di Oscar Pistorius e la decisione del giudice su quanti anni di carcere dovrà scontare per l’omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp. il Fino all’ultimo il legale del campione paraolimpico ha cercato di convincere il giudice Masipa a non condannarlo a 15 anni, la pena prevista dal codice penale sudafricano per chi viene condannato per omicidio volontario. Per convincere il giudice, l’avvocato, nell’aula a Pretoria, ha invitato Pistorius a mostrare la sua disabilità davanti alle telecamere di tutto il mondo.


L’ex corridore tolto l’abito durante una pausa, si è staccato le protesi e camminando sui moncherini delle due gambe con difficoltà ha raggiunto il giudice. L’avvocato, con questa decisione ha voluto riprodurre la situazione della notte dell’omicidio dato che al momento degli spari, Pistorius, come ha dimostrato anche la balistica, era senza protesi.


A questo punto del processo Pistorius è scoppiato in lacrime ed è stato subito sostenuto dalla sua psicologa per non cadere a terra, mentre il giudice controllava attento la sua condizione di disabile.


La difesa ha quindi voluto dimostrare la tesi di Pistorius che avrebbe sparato per paura di un ladro in casa, mostrando la sua disabilità. Il legale ha chiesto che Pistorius non venga mandato in carcere ma che sconti la pena attraverso lavori sociali, soprattutto il sostegno ai bambini con disabilità. Toccherà ora all’accusa convincere il giudice Masipa, che il minimo della pena da scontare è 15 anni.

L'articolo prosegue subito dopo


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*