Procura di Milano sequestra villa e conti correnti di Formigoni

News

Procura di Milano sequestra villa e conti correnti di Formigoni

formigoni

Roberto Formigoni, l’ex Governatore della Lombardia coinvolto nelle inchieste sul San Raffaele e Fondazione Maugeri, ha subito un sequestro preventivo di 49 milioni di euro. I militari del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Milano hanno proceduto al sequestro dei conti correnti che Formigoni divideva con l’amico storico nonché coinquilino Alberto Perego (finito anche lui nella medesima inchiesta). Nei mesi scorsi sono stati sequestrati beni per un valore di 53 milioni di euro a carico di Antonio Simone, Pierangelo Daccò e Costantino Passerino, facenti tutti parte dell’entourage di Formigoni e accusati del reato di associazione a delinquere.

In particolare, Simone e Daccò gestivano il tesoretto messo a disposizione dell’ex governatore lombardo e dei “suoi”, consistente in lussuose vacanze, spese per la tenuta di ville, cene, imbarcazioni di alto bordo, ecc. Tra i beni sequestrati rientra anche una lussuosa villa in Sardegna, che però Formigoni nega di aver mai posseduto o di possedere al momento.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche