Professionisti: il preventivo è in forma libera

Aziende

Professionisti: il preventivo è in forma libera

Manager
Manager

Sono arrivati i chiarimenti in merito alle novità introdotte dal decreto liberalizzazioni a riguardo dei professionisti e che si riferisvano all’abolizione delle tariffe e l’obbligo di preventivo al cliente da effettuarsi in forma scritta.
Pacifico era il punto sulle tariffe professionali che sono state abolite, fatta eccezione nell’ipotesi di liquidazione giudiziale del compenso, mentre più controverso era l’aspetto relativo all’obbligatorietà di rilasciare al cliente il preventivo di massima. Quest’ultimo è finalizzato a far conoscere al cliente la misura del compenso che deve essere adeguato alla professionalità dell’opera prestata e deve indicare ogni voce di costo per ciascuna prestazione con precisazione di ogni ulteriore spesa, onere e contributo. L’aspetto che è stato chiarito è la non obbligatorietà della forma scritta del preventivo, anche se, nel caso di prestazioni particolarmente complesse, gli ordini professionali si orientano per la forma scritta, mentre si ritiene sufficiente la forma orale per prestazioni più semplici, come ad esempio le consulenze e i pareri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche