Profilattici al posto delle sigarette. Lo spot antifumo che divide la Svizzera COMMENTA  

Profilattici al posto delle sigarette. Lo spot antifumo che divide la Svizzera COMMENTA  

ROMA – Si toccano, si spogliano, fanno l’amore e una volta terminato il rapporto il ragazzo si vede scivolare addosso, dal pacchetto di sigarette preso dal comodino, nugoli di preservativi. E’ l’ultimo spot antitabagista realizzato dall’Ufficio federale della sanità pubblica svizzera che, dal 1° gennaio 2011, ha lanciato la campagna Smokefree per persuadere i ragazzi dal vizio del fumo. La réclame in questione non ha mancato di suscitare polemiche e perplessità. La confederazione elvetica ha infatti bollato la pubblicità come “impertinente e audace”. Critico anche il manager di Publicité Romande che, in un’intervista al quotidiano elvetico Le Matin, ha sottolineato come i ragazzi abbiano altri interessi oltre il sesso e che l’espediente di riccorrere a immagini erotiche sia obsoleto e superato.


Maurzio Salerno

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*