Profughe siriane messe in vendita su Facebook

Cronaca

Profughe siriane messe in vendita su Facebook

20140522_c2_syriangirls.jpg.pagespeed.ce.C7-1RctOiw

Con poche migliaia di euro è possibile comprare una donna, ma anche una minorenne, proveniente dal martoriato territorio della Siria. Tantissime donne scappano dal loro paese e si rifugiano nei campi profughi: qui c’è qualcuno che, approfittando della loro disperazione, finisce per venderle al miglior acquirente. Recentemente su Facebook è comparsa una pagina intitolata “Rifugiate siriane da sposare”. La denuncia arriva da alcune organizzazione arabe che si battono per la difesa dei diritti umani. Per fortuna la pagina sul social network è stata chiusa, ma dal 17 al 21 Maggio scorso aveva raccolto migliaia di seguaci, e di sicuro non si trattava solo di persone curiose.

La pagina mostrava solo foto delle donne, per entrare nel “negozio” e acquistare la “merce” in vetrina bisognava spedire una mail di riferimento e cominciare a contrattare per il prezzo finale. Il fenomeno della vendita di donne siriane profughe è purtroppo diffuso in molti Paesi, per esempio in Libano.

Molte denunce raccolte riguardano casi di molestie sessuali e violenze nei confronti i ragazzine di dodici/tredici anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...