Progetto EDEN: allo studio un robot in grado di operare il cervello

Salute

Progetto EDEN: allo studio un robot in grado di operare il cervello

Allo studio una sonda robot in grado di effettuare interventi al cervello ed effettuare esami diagnostici complessi.

Una squadra di scienziati sta per mettere a punto la creazione di un robot in grado di effettuare autonomamente delicati interventi al cervello. Si tratta di una sonda robotica di ultima generazione che un gruppo di ricercatori, provenienti da diversi istituti di prestigio internazionali, sta approntando per raggiungere e curare delle aree profonde del cervello senza rischi per i pazienti.

Fra i ricercatori che stanno prendendo parte alla sperimentazioni sono annovarati anche esponenti del Politecnico di Milano e dell’Università Vita-Salute San Raffaele. Il team è capitanato dal professor Rodriguez y Baena considerato un luminare per quanto riguarda l’applicazione della robotica alla chirurgia. Il progetto è stato finanziato (sono stati stanziati 8,3 milioni di euro) dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Horizon 2020 mirato a sviluppare il predetto robot.

La nuova sonda in costruzione sarà in grado di curare anche i tumori che colpiscono diverse aree cerebrali, come spiega la ricercatrice Elena De Momi del Politecnico di Milano, inserita nel team che sta perfezionando il robot: ‘E’ un progetto affascinante – spiega la De Momi – in cui sarà fondamentale l’apporto degli ingegneri biomedici per traslare il prodotto tecnologico nella realtà clinica ospedaliere’.

Il nuovo robot sarà anche in grado di trattare alcune patologie che generalmente affliggono il sistema nervoso centrale utilizzando anche tecniche diagnostiche avanzate nel campo delle neuroimmagini.

Il progetto, denominato EDEN, rivoluzionerà anche il modo di diagnosticare le patologie che affliggono il cervello, come spiega Lorenzo Bello, docente ordinario di Neurochirurgia all’Università degli Studi di Milano: ‘ Eden rappresenta una piattaforma straordinaria per l’integrazione delle varie tecnologie di immagine pre ed intraoperatorie, costituendo anche un utile strumento per una diagnostica innovativa in-situ o per operare altri tipi di terapia localizzata (ad esempio la stimolazione cerebrale per i malati di Parkinson).
Il progetto EDEN avrà una durata di 4 anni e sarà curato e diretto dal prof. Rodriguez y Baena.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche