Pronti per imparare a montare la fascia porta bebè COMMENTA  

Pronti per imparare a montare la fascia porta bebè COMMENTA  

amuchina-008

Se si è diventati genitori da poco, e si vuole poter portare il proprio piccolo sempre con sè, anche quando si fanno altre cose, e quindi avere le mani e le braccia libere, l’accessorio ideale di cui munirsi è la fascia porta bebè. Non si tratta altro di una fascia elastica che viene avvolta intorno al corpo per “imbracare” anche il bambino, o disteso, se è ancora piccolo, o seduto.

I vantaggi della fascia sono numerosi: è poco costosa, consente al bimbo di superare il trauma della nascita restando a contatto con il corpo materno (o paterno), aiuta al genitore a non affaticare spalle e schiena.


Metterla non è complicato, una volta che si sono appresi i movimenti. La fascia può essere messa in modo tale da avvolgere il piccolo, allora va passata dalla pancia alla schiena, e poi i due lembi annodati da sopra le spalle intorno alla vita.


Se invece il bimbo deve essere tenuto in piedi, pancia contro pancia, la fascia si passa prima dietro la schiena, poi davanti, incrociata tra i seni, e infine annodata dietro, dopo averla fatta passare sotto le gambe del piccolo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*