Proposta di legge: forze dell’ordine solo in caso di incidenti con morti

Attualità

Proposta di legge: forze dell’ordine solo in caso di incidenti con morti

Incidenti di lieve entità? Una nuova proposta di legge, inserita nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio dei Ministri che si terrà lunedì 26 Agosto, stabilisce che vengano rilevati da “ausiliari privati autorizzati dal Prefetto”. Si apre la via della privatizzazione anche in un campo, quello degli incidenti stradali, che è da sempre di pertinenza delle forze dell’ordine. I rilievi sono a complete spese del cittadino che chiama gli ausiliari preposti (anche se poi, di fatto, se il cittadino è convenzionato con assicurazione, sarà questa a pagare).

I motivi di questa novità? Le forze dell’ordine addette alla circolazione stradale scarseggiano a fronte della mole di lavoro, inoltre questa disposizione favorirà la nascita di nuove attività imprenditoriali di privati che attuano convenzioni con enti locali e assicurazioni. Queste si occuperebbero di effettuare i rilievi sul posto, fare fotografie e regolare il traffico rallentato a per la presenza dei veicoli incidentati sulla carreggiata. In questo modo diminuirebbero anche le truffe a danno delle compagnie assicurative.

Gli ausiliari hanno anche il compito di segnalare alle forze dell’ordine eventuali violazioni del Codice della strada, con valore di atti pubblici redatti da pubblici ufficiali.

Alle forze dell’ordine resta la competenza per gli incidenti in cui vi siano dei morti. Ora si aspetta di conoscere cosa ne pensano i ministri al riguardo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche