Prostituzione minorile a Vibo Valentia: arrestato sacerdote COMMENTA  

Prostituzione minorile a Vibo Valentia: arrestato sacerdote COMMENTA  

Prostituzione minorile a Vibo Valentia: arrestato sacerdote
Prostituzione minorile a Vibo Valentia: arrestato sacerdote

Tre persone, compreso un sacerdote di 35 anni, ovvero Don Felice La Rosa, insieme ad altre due persone sono finite in manette per sfruttamento della prostituzione minorile.

I tre, in compagnia del prete, un ex parrocco di origine bulgara, sono accusati di prostituzione ai danni di un minore.

Le indagini hanno incominciato a prendere piede in seguito a un omicidio che ha avuto luogo nel dicembre scorso a Vibo Valentia.


In seguito ad alcune indagini, è emerso una implicazione a sfondo pornografico e sessuale. La persona di origine bulgara avrebbe proposto del sesso a un minorenne, a un 15enne in cambio di soldi.

I servizi che l’uomo concedeva al ragazzino richiedevano la somma di circa 50 Euro.

L’arresto è giunto in seguito alle indagini condotte dal magistrato della Corte di Catanzaro, in seguito alla richiesta del procuratore del capoluogo della Calabria in una operazione definita Settimo Cerchio.


L’indagine ha portato al crimine di prostituzione condotta nello specifico dall procuratore Nicola Gratteri, da Vincenzo Luberto e da Debora Rizza, che hanno portato alla luce il caso.


Il parroco di origine bulgare non disdegnava incontri anche con altri ragazzini, tutti minorenni. I fatti sarebbero avvenuti tra le città di Vibo Valenza, Mileto e Briatico.

L'articolo prosegue subito dopo


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*