Prostituzione minorile, l’accusa al parroco milanese COMMENTA  

Prostituzione minorile, l’accusa al parroco milanese COMMENTA  

Don Alberto Paolo Lesmo non avrebbe mai ceduto droga a minorenni. Secondo quanto risulta dalle indagini in corso, il parroco di Milano S. Marcellina e decano di Milano zona Baggio non sarebbe accusato di cessione di sostanze stupefacenti, come invece era stato ipotizzato in un primo tempo. Sembrerebbe quindi alleggerirsi – si fa per dire – la posizione di don Lesmo, che resta comunque coinvolto in una vicenda di prostituzione minorile.


Sul parroco rimane l’ombra dei rapporti sessuali con un minorenne in cambio di denaro, ragione per cui il pubblico ministero ha già fatto richiesta di rinvio a giudizio. Le indagini hanno evidenziato che don Lesmo era a conoscenza del fatto che il minore utilizzava i soldi percepiti in cambio delle prestazioni sessuali per l’acquisto di sostanze stupefacenti, soprattutto cocaina, ma non avrebbe mai ceduto droga in maniera diretta al ragazzo.


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*