Protese dei musulmani: gli USA inviano i marines a protezione delle ambasciate COMMENTA  

Protese dei musulmani: gli USA inviano i marines a protezione delle ambasciate COMMENTA  

20120915-100023.jpg

La protesta dei musulmani scatenate da un film su Maometto dilagano. Nuove manifestazioni, dopo quelle di Egitto, Sudan e Tunisia, si registrano in Australia: a Sidney sono scese in piazza alcune centinaia di persone.

Leon Panetta, segretario della difesa degli USA ha annunciato l’invio di marines a protezione di quelle ambasciate che si trovano in zone considerate a rischio.

Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha condannato con fermezza gli attacchi alle sedi diplomatiche e ha invitato le autorità locali a proteggere le sedi e il personale straniero.

In Afghanistan è stata attaccata la base di Camp Bastion. L’attacco, rivendicato dai talebani come risposta al film anti Maometto, ha provocato la morte di due militari americani.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*