Prova tv, tre giornate in Coppa Italia a Dias

Calcio

Prova tv, tre giornate in Coppa Italia a Dias

Cotto e mangiato. Andrè Dias, difensore centrale della Lazio, è stato squalificato per tre giornate dal giudice sportivo Gianpaolo Tosel grazie all’ausilio della prova tv (acquisite le immagini Rai) in seguito al violento pugno (foto tuttosport.com) assestato a Mark Van Bommel al 2’ del secondo tempo del quarto di finale Milan-Lazio vinto per 3-1 dai rossoneri. Una decisione lampo, arrivata meno di ventiquattr’ore dopo il “fattaccio”: si tratta della prova tv più veloce di sempre, ma inevitabile dopo la segnalazione avvenuta come da prassi da parte della Procura Federale.

Nella motivazione Tosel parla di “un ampio ed energico movimento del braccio destro portato all’altezza della spalla” con cui Dias “colpiva con un pugno (ovvero con una manata) il capo dell’antagonista, che cadeva dolorante al suolo”. L’episodio era infatti sfuggito all’attenzione dell’arbitro Celi ma anche del suo primo assistente, la cui visuale era coperta da diversi giocatori nell’azione da calcio d’angolo in cui è avvenuto l’episodio di gioco violento.

Dias sconterà la squalifica a partire dagli ottavi di finale della prossima edizione della Coppa Italia al pari di Erik Lamela, punito con due giornate di stop dopo l’espulsione per gioco violento rimediata contro la Juventus. Salteranno invece la semifinale d’andata i senesi Grossi (anch’egli espulso nel quarto di finale) e Parravicini e Nocerino del Milan.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche