Puglia: lidi balneari aperti 12 mesi l’anno COMMENTA  

Puglia: lidi balneari aperti 12 mesi l’anno COMMENTA  

Michele Pelillo, assessore al demanio della Regione Puglia,  lancia una proposta senza precedenti a pochi mesi dall’inizio della stagione estiva: lidi aperti tutto l’anno.

La decisione è stata presa di comune accordo con la capitaneria di porto, le associazioni ambientaliste e imprenditori balneari. Tutti certi che mantenere aperte le spiagge private sia molto importante, anche se, salvo fraintendimenti, non si tratta di una concessione per le attività commerciali o per la balneazione. Piuttosto di un tentativo per rendere interamente accessibile una regione bellissima e molto gettonata dai turisti anche nei periodi in cui fare il bagno sarebbe troppo azzardato a causa delle temperature invernali o miti.


La balneazione, come di consueto, apre il primo maggio e termina a fine settembre, e i lidi devono essere in grado di assicurare totale operatività da fine maggio fino ad almeno le prime due domeniche di settembre.


Un obbligo inderogabile per chi possiede un lido è fare la raccolta differenziata. Sarà altresì doveroso attrezzarsi per ospitare gratuitamente persone con handicap attraverso la disponibilità di supporti per la balneazione specifici.


Infine, stando a quanto dichiarato dall’associazione degli imprenditori, non dovrebbero verificarsi aumenti per le spiagge private. Dunque, chi si organizza per le vacanze estive sin da ora, potrà basarsi su un’ordinaria spesa di 20 euro per sdraio e ombrelloni.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*