Puglia, visita a Monteruga, il paese fantasma

News

Puglia, visita a Monteruga, il paese fantasma

La Puglia non è soltanto una regione stupenda per il mare, il paesaggio, l’arte e la cultura. In Puglia ci sono anche luoghi semi sconosciuti, che si rivelano dei veri e propri tesori nascosti per coloro che amano le visite inusuali. Ad esempio, fra Torre Lapillo e San Pancrazio c’è un piccolo borgo che risponde al nome di Monteruga. È un nulla, confrontato con le bellezze inarrivabili che si trovano nel nostro paese, eppure si tratta lo stesso di un sito che merita di essere visitato.

Non c’è più nessuno, a Monteruga, dagli anni Ottanta dello scorso secolo. È un borgo dimenticato e disabitato, divenuto oggi una meta turistica. Ed è anche un borgo molto giovane, visto che fu fondato durante il fascismo per raccogliere gli abitanti delle campagne circostanti. Si racconta di una stagione felice, a Monteruga, durata qualche decennio, con abitanti impegnati per lo più nell’agricoltura, feste e ricorrenze. Poi, con l’arrivo dell’epoca più moderna, sono arrivate nuove esigenze, e la comunità si è sfaldata.

Oggi, a Monteruga, si possono visitare i resti del vecchio borgo.

C’è una chiesa, ci sono vecchi edifici sui cui fronti ancora campeggiano motti fascisti, ci sono le abitazioni ormai dismesse. Ma, soprattutto, c’è il fascino della città fantasma, quella che riesce a raccontare una storia anche rimanendo in totale silenzio (fonte foto vizionario.it).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche