Pugliia-Fs: i tagli raddoppiano COMMENTA  

Pugliia-Fs: i tagli raddoppiano COMMENTA  

Continua la lotta Puglia – Trenitalia. Il segretario di Filt Cgil Di Maggio denuncia la soppressione di altre corse notturne da e per la Puglia. E questa volta il taglio è doppio: delle quattro coppie di treni che raggiungono Bologna se ne vogliono togliere due. Ma in compenco Trenitalia ha pensato a cambi rotta delle tratte “sopravvissute”: la prima punterebbe direttamente da Lecce a Milano, sempre attraverso Bari e Foggia; la seconda si fermerebbe a Torino. In tal modo i passeggeri non saranno più costretti a scendere dall’intercity per la Frecciarossa che porta ai due capoluoghi del nord. La differenza è che i passeggeri non avranno più possibilità di scelta essendo dimezzate le tratte.


Sembra che a nulla sia servito l’intervento nei giorni precedenti del ministro dei trasporti Passera che apparentemente ha mostrato interesse e comprensione per la questione pugliese sulle ferrovie. Ecco perchè l’assessore Minervini è intervenuto evidenziando che le decisioni prese da Trenitalia debbano attuarsi in accordo con il governo, al quale, l’assessore della Regione, reclama maggior attenzione.


Intanto il prossimo 3 febbraio è previsto un incontro a Bari tra l’amministratore delegato di Fs Mauro Moretti e Nichi Vendola soprattutto per ricordare il diritto alla mobilità dei cittadini pugliesi!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*