Pulire le scarpe da sposa

Matrimonio

Pulire le scarpe da sposa

Le scarpe da sposa diventano un ricordo se sono custodite ben pulite e tutte le orrende macchie eliminate. La maggior parte delle scarpe da sposa sono di satin o di altri tessuti delicati quindi le normali tecniche di pulizia sono inattuabili. Fate attenzione quando pulite le scarpe e ricordate che se questi metodi non funzionano sarà meglio portare le scarpe da un esperto. Il metodo migliore per pulire le scarpe bianche o chiare è diverso da quello usato per le scarpe colorate.

1
Pulite con cura la scarpa usando uno spazzolino con setole morbide per rimuovere lo sporco o le scorie in eccesso. Seguite l’andamento naturale del tessuto con brevi e delicati colpetti.

2
Mescolate una piccola quantità di OxiClean con acqua fino a creare una crema.

3
Applicate la pasta di OxiClean sulla macchia della scarpa e poi spazzolate con delicatezza nel senso della tessitura. Fate attenzione a non fare dei cerchi quando strofinate o andare nel senso contrario alla tessitura, date dei brevi e secchi colpetti.

4
Asciugate l’OxiClean in eccesso con un panno pulito.

Dopo aver eliminato l’OxiClean tenete premuto sulla parte umida il panno per asciugare l’acqua in eccesso.

5
Asciugate la parte con un asciugacapelli posizionato sulla velocità più bassa e fredda.

Scarpe colorate

1
Applicate un pò di acqua seltz sulla macchia poi strofinate delicatamente con uno spazzolino da denti, seguendo la tessitura.

2
Assorbite l’acqua seltz in eccesso con un panno pulito e asciutto.

3
Ripetete le indicazioni del punto 1 e 2 fino a che la macchia non scompare.

4
Asciugate completamente l’acqua seltz con un asciugacapelli posizionato alla velocità più bassa e fredda.

5
Lasciate che le scarpe si asciughino completamente prima di indossarle di nuovo per evitare che si formino altre macchie.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Anni '40
Donna

I capelli delle donne negli anni ’40

22 settembre 2017 di Notizie

Le ristrettezze economiche degli anni ’40 si rispecchiano per molte donne anche nella scelta di tagli corti e pratici come il caschetto. Chi può però non rinuncia a onde e ricci, anche fai da te.