Come pulire scatola dello sterzo

Motori

Come pulire scatola dello sterzo

La scatola dello sterzo perfettamente efficiente permette una guida confortevole e sicura, è una importantissima parte meccanica dell’auto

Quante volte capita che girando lo sterzo della nostra auto sentiamo degli strani sfregamenti? Molte volte questi rumori non sono per forza indice di problematiche gravi, si tratta semplicemente magari di una scatola dello sterzo da pulire.

La scatola dello sterzo è una essenziale parte della nostra auto che, tramite una particolare soluzione meccanica chiamata ‘vite senza fine’ permette di comandare la direzione delle ruote dell’auto tramite il volante. Generalmente si tratta di un componente meccanico chiuso ermeticamente, ossia non può essere facilmente smontato, infatti nei casi di malfunzionamento viene sostituito in blocco.

Le auto nella quasi totalità sono dotate di servosterzo idraulico, ossia un meccanismo che alleggerisce il volante tramite la pressione dell’olio, attivato da una pompa collegata al motore. L’olio è una parte soggetta ad incrostarsi facilmente e sostituirlo non è semplice.

Di conseguenze le incrostazioni si possono formare anche all’interno della scatola dello sterzo. Ma si può intervenire per eliminare eventuali incrostazioni e pulire così di conseguenza la scatola dello sterzo? Certo che si.

La scatola di per sè non è un componente che da soli possiamo smontare o sostituire, ma possiamo pulirla. In commercio si trovano a prezzi contenuti degli additivi che permettono una pulizia dell’olio idraulico. Basterà aggiungerne la dose indicata all’interno della vaschetta che contiene l’olio del servosterzo che si trova nel cofano dell’auto. L’olio gira all’interno di un circuito chiuso che parte dalla vaschetta, passa dentro la scatola dello sterzo e torna alla vaschetta.

Il miglior consiglio è quello di effettuare questa operazione seguendo qualche piccolo accorgimento che garantirà una perfetta riuscita. Innanzitutto bisogna versare l’additivo di pulizia a motore assolutamente freddo e poi bisogna effettuare qualche chilometro con l’auto, facendo in modo che lo sterzo venga utilizzato per tutta la sua ampiezza e da entrambi i lati.

Effettuare ad esempio un giro di qualche chilometro con diversi parcheggi ad ‘S’ è uno dei percorsi ideali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...