Putin avrebbe rubato l’anello del Super Bowl

Esteri

Putin avrebbe rubato l’anello del Super Bowl

Il presidente russo Vladimir Putin avrebbe rubato l’anello del Super Bowl. A rivelarlo, a distanza di 8 anni dal fatto, è stato il magnate americano Robert Kraft secondo il quale Putin avrebbe inconsapevolmente sottratto il preziosissimo anello da 5 carati, tempestato di 124 diamanti, generalmente consegnato al vincitore del campionato professionistico di football americano e il cui valore si aggira intorno ai 25 mila dollari. E’ accaduto durante una visita ufficiale di Kraft, proprietario dei New England Patriots, a San Pietroburgo dove, durante una stretta di mano a Putin gli avrebbe mostrato il prezioso anello.

Il presidente russo però non si è limitato ad ammirare l’anello ma se lo è infilato in tasca, probabilmente pensando si trattasse di un dono. “Allungai la mano per riaverlo ma il presidente se lo mise disinvoltamente in tasca, tre uomini del Kgb lo circondarono e poi se ne andarono”, ha raccontato Kraft al giornale. “Quello che dice adesso il signor Kraft è molto strano.

Ero a 20 centimetri da lui e Putin: ho visto e sentito Kraft consegnare l’anello come un gentile omaggio”, ha per tutta risposta replicato il portavoce di Putin, Dmitry Peskov. Difficile capire chi abbia ragione ma l’anello, almeno per ora, rimane nella biblioteca del Cremlino, dove vengono conservati i doni ai capi di Stato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche