Qual  è la storia maschera di Arlecchino COMMENTA  

Qual  è la storia maschera di Arlecchino COMMENTA  

dsc_7673

Arlecchino è una celebre  maschera bergamasca della commedia dell’arte, il cui nome originario in lingua francese è Arlequin.

Quest maschera nasce dalla contaminazione di due tradizioni: lo Zanni bergamasco e una moltitudine di “personaggi diabolici farseschi della tradizione popolare francese”, di matrice pagana, opposti allo spirito del Cristianesimo.


La fama teatrale di Arlecchino nasce a metà del cinquecento con l’attore di origine bergamasca Alberto Naselli (o probabilmente Alberto Gavazzi) noto come Zan Ganassa.


L’origine del personaggio è molto antica, legata alla ritualità agricola: le leggende tramandano che Arlecchino sia anche il nome di un demone ctonio, una divinità degli Inferi citata fin dal XII secolo dallo storico e cronista Orderico Vitale, nella sua storia Ecclesiastica. Qui viene narrata l’apparizione di una familia Herlechini, corteo funebre guidato da questo demone. Celeberrimo anche l’Alichino dantesco, molto simile all’iconografia di questa maschera, che appare nell’Inferno come capo di una chiatta diabolica.


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*