Qual è la storia maschera di Tartaglia

News

Qual è la storia maschera di Tartaglia

0

Il Carnevale si avvicina, e con l’incombenza di questa data si riscoprono maschere e leggende antiche che sono andate perse nel tempo. Tra queste, ad esempio, c’è la storia della maschera di Tartaglia, una maschera legata ai teatri della commedia dell’arte di Carlo Gozzi e legata all’immagine di un dottore o di un avvocato (a seconda dei luoghi). Si presenta normalmente molto goffo e robusto, miope, pelato e con una forte balbuzie (da qui il nome)di cui è afflitto.

Da tutte queste caratteristiche si evince che si tratta di un tipo piuttosto buffo, il cui costume è composta da un abito e un mantello verdi a strisce gialle, con un ampio collare bianco e occhiali verdi, da città in città possono cambiare però i colori. Spesso la sua figura è stata trovata simile alla maschera padovana di Menego e negli anni ha avuto grande popolarità anche a Napoli dove venne interpretato dall’attore Carlo Merlino.

Questa maschera non è legata ad una storia particolare, ma pare che i commediografi se ne servissero per prendere in giro delle figure di intellettuali e studio del 600-700 che nonostante la loro professionale e la loro formazione, erano in realtà degli individui buffi e altezzosi, facili da raggirare sopratutto da abitanti del popolo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche